CRITERI DI SELEZIONE

Per potersi candidare, dovrà essere compilata l'apposita domanda di candidatura predisposta dalla Commissione Europea, uguale per tutti i siti che intendono candidarsi.

La domanda di candidatura deve rispondere agli obiettivi e ai criteri di selezione di seguito specificati.

In particolare, nella domanda di candidatura, il sito deve dimostrare il ruolo giocato nella storia e cultura europee e/o nella costruzione dell'Unione Europea e presentare un progetto che dovrà avere inizio al più tardi entro la fine dell'anno di designazione.

Il sito (per la definizione di sito vedi la sezione "chi può partecipare") deve essere caratterizzato da uno o più dei seguenti aspetti:

  • carattere transfrontaliero o paneuropeo: il sito dovrà mostrare come la sua influenza e il suo valore di polo di interesse passati e presenti superino le frontiere nazionali;
  • collocazione e ruolo nella storia e nell'integrazione europee e legame con eventi, personalità o movimenti chiave europei;
  • collocazione e ruolo nello sviluppo e nella promozione dei valori comuni (quali democrazia, libertà, rispetto dei diritti umani, etc.) che sono alla base dell'integrazione europea.

Il progetto deve prevedere tutti i seguenti aspetti:

  • sensibilizzare i cittadini riguardo alla rilevanza europea del sito, specie attraverso adeguate attività di comunicazione, segnaletica e formazione del personale;
  • organizzare di attività didattiche, in particolare rivolte ai giovani, al fine di aumentare la consapevolezza della storia comune dell'Europa e del suo patrimonio unitario, arricchito dalla diversità, e di rafforzare il senso di appartenenza ad uno spazio culturale comune;
  • promuovere il multilinguismo attraverso l'impiego di varie lingue dell'Unione Europea (ad es. nel materiale informativo) e agevolazione dell'accesso al sito;
  • includere la partecipazione alle attività di networking con gli altri siti che hanno ricevuto il marchio;
  • incrementare la visibilità del sito su scala europea, anche utilizzando le tecnologie moderne nonché dai mezzi digitali, interattivi e cercando sinergie con altre iniziative europee;
  • ove reso possibile dalla natura del sito, può essere prevista la realizzazione di attività artistiche e culturali che promuovano la mobilità dei professionisti della cultura, degli artisti europei nonché delle collezioni, che stimolino il dialogo interculturale ed incoraggino i collegamenti fra il patrimonio, la creazione e la creatività contemporanee.
  • garantire una buona gestione del sito, con definizione di obiettivi e indicatori;
  • preservare il sito, in modo che sia tramandato alle generazioni future conformemente alle misure di salvaguardia pertinenti;
  • impiegare strumenti di accoglienza appropriati e qualitativamente validi, quali la presentazione storica, le informazioni ai visitatori e la segnaletica;
  • assicurare l'accesso al sito per il più ampio pubblico possibile, anche mediante adeguamenti del sito o azioni di formazione del personale;
  • rivolgere attenzione particolare ai giovani, in particolare agevolandone l'accesso con condizioni privilegiate;
  • promuovere il sito come destinazione turistica sostenibile;
  • elaborare una strategia di comunicazione coerente e completa, che metta in luce la rilevanza europea del sito;
  • gestire il sito in modo da tutelare l'ambiente.